Paestum vista dai “piccoli”. Avventure e disavventure di una piccola casa editrice

Paestum vista dai “piccoli”. Avventure e disavventure di una piccola casa editrice

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum è appuntamento atteso da molti addetti ai lavori e appassionati in tutto il mondo, e anche quest’anno ha praticamente fatto il pieno, nonostante la crisi. Un’occasione per informarsi sulle ultime novità dal mondo dell’archeologia preistorica, classica e medievale, libri compresi. Ed ecco dunque presenti le riviste in tema come Archeo, Medioevo, Archeologia viva, le grandi case editrici specializzate come la Giunti.

Image

Si nota, però, l’assenza delle piccole case editrici, che di solito affidano i loro libri alle associazioni per farli conoscere. E lo sa bene Cinzia Rosati, salernitana di origine, ligure di nascita, veronese di adozione, fondatrice e titolare della casa editrice Dielle, specializzata in pubblicazioni sul mondo dell’antichità classica:

«Devo ringraziare il Gruppo Archeologico Salernitano, che ci ha ospitato nel suo spazio. È un problema di tutte le grandi fiere in Italia, anche delle grandi fiere editoriali come quella di Torino: il costo di uno spazio per esporre in genere è molto alto, troppo per una piccola casa editrice come la mia. Quella del viaggio è già una spesa importante, e non è giusto mettere la mia casa editrice, che stampa un libro all’anno, sullo stesso piano di un grande editore che ne stampa 1000.»

La Dielle è una casa editrice giovane, ha solo tre anni, ma ha già collezionato il Premio Qualità alla Rassegna della Microeditoria di Chiari per due anni consecutivi, per la collana “Monete di Roma”.

Image

«Aprire una casa editrice sembra semplice, ma non lo è,» sottolinea Cinzia. «Una volta che l’hai aperta devi farla camminare, e una casa editrice piccola nuota come un pesce rosso tra gli squali, e per giunta questo è un momento difficile per tutti, per colpa della crisi. La Dielle pubblica un libro all’anno, e già questo è un investimento non indifferente».

La scelta della Dielle si può riassumere in tre parole: divulgazione di qualità. «Non mi interessava pubblicare volumi tecnici riservati solo ad una ristretta élite di specialisti della storia o dell’archeologia; così ho puntato ad uno stile innovativo, accattivante ma storicamente rigoroso, che facesse scoprire ad un pubblico più vasto possibile un mondo sconosciuto. La collana “Monete di Roma”, ad esempio, non è composta da manuali di numismatica, ma da biografie che raccontano la storia degli imperatori romani attraverso il verso delle monete da loro fatte coniare: volumi dal taglio semplice e appassionante, un modo diverso e insolito di raccontare la storia dell’antica Roma. E la mia scelta è stata premiata, ricevendo tantissimi feedback positivi. Questo vorrà pur dire qualcosa, no?».

Con la Campania, Cinzia ha un rapporto particolare, anche al di là delle sue origini salernitane: «Le prime istituzioni che hanno richiesto i miei libri sono state quelle campane, e cioè il Museo Archelogico Nazionale di Napoli e gli scavi di Pompei ed Ercolano. Non credo affatto che il problema sia solo della Campania, è l’Italia in generale che sembra soffrire di un disinteresse della cultura, anche se c’è tanta voglia di farla emergere.».

Ricetta di Cinzia per dare una mano alle piccole case editrici? «Basterebbe creare dei poli per i piccoli e medi editori con una fiera tutta per loro al Nord, una al Centro e una al Sud, oppure dedicare, nelle grandi fiere editoriali, uno spazio apposito, alla microeditoria, con costi proporzionati alle loro possibilità e che sia visibile alla pari di quello riservato alle grandi case editrici.»

Federica Garofalo

Annunci

Un pensiero su “Paestum vista dai “piccoli”. Avventure e disavventure di una piccola casa editrice

  1. Pingback: Paestum, un anno dopo: Borsa con sorpresa. | Il Palazzo di Sichelgaita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...